TU SEI QUI: HOME -> DANZATRICI E DANZATORI IN ITALIA -> SILVIA CARABELLI

Silvia Carabelli

silviaemusicisti_250Silvia è appassionata di danza fin da bambina, e inizia ben presto a studiare danza classica.

Prosegue la sua formazione con corsi di flamenco, danza moderna e danza jazz..

Nel 1988 Silvia si innamora della danza del ventre, quando era ancora davvero poco diffusa in Italia, e si iscrive ad un corso danze mediorientali con Sabina Todaro. La passione cresce subito a tal punto da farle abbandonare gli altri tipi di ballo per potervisi dedicare totalmente.

Frequenta nello stesso periodo numerosi stages di danze magrebine e mediorientali tenuti da insegnanti arabi di fama mondiale.

Dopo soli 3 mesi, inizia ad esibirsi -in occasione di feste, matrimoni e conventions- in vari locali e ristoranti tipici. Inizia a collaborare ben presto con un gruppo di musicisti arabi, a Milano e in tutta Italia, perfezionando sul campo l’arte dell’improvvisazione (massima espressione della danza del ventre).

Nel 1989 partecipa ad una audizione e viene scelta -fra molte ballerine- da Marco Predolin per esibirsi settimanalmente al “Rag Time” di Milano, locale di proprieta’ del noto presentatore televisivo. Questo evento le dà una spinta in direzione professionale.

(1992-2004) – Si esibisce ogni sabato sera al ristorante egiziano “Nilo Blu” primo locale a Milano ad offrire alla clientela spettacoli di danza del ventre con musica dal vivo)

(2004-2006) – Si esibisce regolarmente nel ristorante “Dar el Yacout” di Milano, sempre accompagnata da musica dal vivo, con il suo gruppo di musicisti.

Danza per i Reali del Marocco e dell’Arabia Saudita, per il Consolato Egiziano (c/o l’Universtita’ Bocconi), per l’Associazione Culturale Egiziana, per il Centro Multietnico Golgonooza, per l’Associazione egiziana 2000, per il Parco Esposizioni di Novegro (Mi),  per l’Assessorato alla Cultura al “Summer Festival” c/o la Villa Rusconi   di Castano Primo, per il Rotary Club di Milano, per Casino’ Municipale di S. Pellegrino Terme, per una speciale Convention dell’editore Giovanni De Agostini. La sua danza viene  richiesta in Marocco, dove Silvia si esibisce, a Marrakech, con un complesso di musicisti locali.

Fra i suoi spettacoli televisivi: “Buona Domenica” diretta Canale 5, “La voglia matta” Antenna 3,  programmi per la televisione T.R.E. di Vigevano, “Festa in piazza” Antenna 3.

Si esibisce in importanti teatri di Milano: Smeraldo, Nazionale, Carcano, Manzoni, Ciak, dell’Elfo, S. Lorenzo, Pime ed in vari Teatri emiliani.

Altre esperienze:

(1990-1991) – forma, unitamente ad altre 3 ballerine, il gruppo “Dancing Game”, che da’ il titolo al music-hall che vede l’esibizione delle danzatrici in varie forme di ballo, dalla danza del ventre al flamenco, dal tip-tap alla danza moderna, dal ballo liscio alle danze latino-americane. Del gruppo fa parte anche l’ideatore ed autore dello spettacolo, Giangilberto Monti, attore, cantautore ed autore di testi di canzoni (v. Anna Oxa). Lo spettacolo viene rappresentato in molti teatri e locali, ed in particolare:-  per l’a.p.p.i. – associazione piccoli palcoscenici, con ospiti come Luciana   Littizzetto, Teo Teocoli e Massimo Boldi, Aldo e Giovanni (del trio Aldo,  Giovanni e Giacomo),  allo “Zelig”, al “New Rick’s Club” di Milano.

(dal 1992) – Prepara, insieme a Giangilberto Monti (unici due protagonisti dello show) e con la regia di Giovanni Storti  (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo), uno spettacolo comico-musicale dal titolo “Diamo i numeri”,  debuttando al teatro “Petrella” di Longiano e presentandolo poi alla “Fiera dello Spettacolo” c/o la Fiera Campionaria di Milano; al Teatro “Ciak” di Milano per 3 serate; a Bellaria-Igea Marina c/o la Sala dell’Azienda di Soggiorno per la “Borsa dello Spettacolo di Piccolo Palcoscenico” (13^ edizione).

(2004) – Viene richiesta c/o la Sala Barozzi di via Vivaio a Milano, dai Maestri Roberto Arosio e Cristiano Cavallin, ai pianoforti (quest’ultimo anche autore del brano) e da Alex Pacho Rossi alle percussioni, per una performance di danza del ventre sul pezzo musicale in stile mediorientale, dal titolo “Ba je khalf’a”.

(2004-2006) – In collaborazione con Eva Duero e Michele Manuguerra (rispettivamente ballerina e chitarrista di flamenco), ed insieme ad un percussionista arabo, prepara uno spettacolo dal titolo “Encuentros” (che significa “incontri”); il medioriente e l’occidente che lentamente si fondono ispirandosi ai 4 elementi della vita: terra, fuoco, acqua ed aria. Il gruppo si esibisce nei teatri e nelle feste di piazza in moltissime località, ed in occasione del “13° Festival Internazionale della Chitarra” di Mottola (Taranto).

Dicono di lei:

Nabila… “la nobile”… d’animo: nome assegnatole dal suo primo gruppo di musicisti libanesi che hanno motivato la scelta del nome per indicare una danzatrice che ha uno stile elegante e privo di volgarità, solare e comunicativo.

Articoli:

il Corriere della Sera, Il Giorno, Il Giornale insieme ad altri quotidiani e mensili le hanno dedicato numerosi articoli e servizi fotografici, con interviste sulla danza del ventre e sulla cultura araba.         

Insegnamento

(dal 1990)  -  Inizia il suo percorso di insegnante di danze orientali c/o la C.S.C. (Cooperativa Spettacolo e Cultura), di Milano (ora, Open Dance Center).

Apre corsi per principianti a Milano, Novara, Monza, Garbagnate, Bresso, Bollate, Paderno, Solaro, Lainate e Baranzate (MI).

Tiene seminari a Milano, Como, Bergamo, Venezia, Trieste, Bologna e Genova per principianti, intermedi ed avanzati fino a livelli professionali (fra le sue allieve moltissime sono a loro volta insegnanti) e Stages di preparazione all’insegnamento e per la preparazione a Gare e Competizioni (Coppa Italia, Campionato Italiano, ecc.).

 

Il Mosaico Danza - Via Pomezia 12 / Via Passeroni 6 Milano - C.F. 97205050152. Sede Legale: Via Correggio 22 Milano.

Per info su corsi lezioni e seminari: TEL. 02.5831.7962 - CELL. 339.2130364

Email: info@ilmosaicodanza.it